Argomenti

Il fatto religioso

Il bisogno religioso

Le grandi affermazioni spiritualiste: l'esistenza di Dio e l'immortalità dell'anima 

L'esistenza di Dio

Natura e origine della religione

Le varie categorie di religioni

I surrogati della religione

La teosofia

La rivelazione

L'atto di fede

La testimonianza del miracolo

L'Antico Testamento come preparazione evengelica

Gesù Cristo e il Suo Vangelo

La Divinità di Gesù Cristo

Il Vero Messia

Gesù Cristo è il Messia

L'insegnamento di Gesù

La persona di Cristo: la sua incomparabile santità

I miracoli di Gesù

I miracoli

I nemici del miracolo

La resurrezione

Il Cristo sempre vivente

Le origini Cristiane

La dottrina della Chiesa

L'eccellenza e i caratteri della Chiesa

La morale della Chiesa

L'azione della Chiesa

La santità della Chiesa

I miracoli della Chiesa

Eresie d'altri tempi

Il Protestantesimo luterano e calvinista

L'Anglicanesimo e le chiese non conformiste

Le chiese separate d'oriente

La Chiesa Cattolica e le chiese cristiane separate

Il fascino delle religioni asiatiche

Lo scandalo dell'Islam

L'incredulità

La testimonianza dei convertiti

Psicologia e metodologia della conversione

La testimonianza della moderna letteratura

Sommario storico dell'apologetica

La Bibbia in generale

Obiezioni contro l'Antico Testamento

Obiezioni contro il Nuovo Testamento

Obiezioni generali contro la teologia dogmatica

Lo sviluppo dei dogmi

Dogmi cattolici in particolare

La morale cattolica

Difficoltà desunte dalla storia della Chiesa

Scienza e religione

Teorie cosmologiche moderne e dogma della creazione

Preistoria e natura dell'uomo

Le scienze psicologiche e storico-sociali

Fu un palo o una croce? Il supplizio della crocifissione

La verità del cattolicesimo

  L'infallibilità del Papa

 I primati della Chiesa di Roma

San Pietro ha soggiornato a Roma?

 Il culto dei Santi e la Comunione dei Santi

 Il culto delle immagini sacre

Immacolata Concezione

Perfetta Verginità di Maria

La Madonna contestata

I fratelli e le sorelle di Gesù

I Sacramenti nel Nuovo Testamento

 La confessione dei peccati

 Il celibato dei sacerdoti

Il Purgatorio

L'Eucaristia e la Santa messa

    I libri apocrifi e la tradizione

  Il caso Galilei

  Giordano Bruno

 L'Inquisizione

 Le crociate

 Contro l'anticristo Freud

 Il Talmud Smascherato

 Contro il Codice da Vinci

 I Testimoni di Geova

 La Massoneria

Il problema dell'ateismo

Gli errori dello spiritismo e della reincarnazione

Il laicismo

Elogio di Pio IX

Pio XII la "leggenda nera"

Il caso

Ipotesi demonologiche sull'ideologia marxista

 

 

 

le immagini sacre aiutano la fede


A cura di frà Tommaso Maria di Gesù dei frati minori rinnovati
Via alla Falconara n° 83 - 90100 Palermo - Tel. 0916730658


Papa Wojtyla, convinto "di un crescente bisogno del linguaggio spirituale dell'arte autenticamente cristiana", suffragato da un recupero di interesse per la teologia e la spiritualità delle icone orientali, chiede ai vescovi di tutto il mondo “di mantenere fermamente l'uso di proporre nelle Chiese alla venerazione dei fedeli delle immagini sacre" e ad impegnarsi perchè sorgano più opere di qualità veramente ecclesiale. “Il credente di oggi, come quello di ieri, deve essere aiutato nella preghiera e nella vita spirituale con la visione di opere che cercano di esprimere il mistero senza per nulla occultarlo". Per il Papa “la riscoperta dell'icona cristiana aiuterà anche a far prendere coscienza dell'urgenza di reagire contro gli effetti spersonalizzanti, e talvolta degradanti, delle molteplici immagini che condizionano la nostra vita nella pubblicità e nei mass-media". In una “lettera apostolica" indirizzata all'episcopato mondiale il Papa dice ancora: “La crescente secolarizzazione della società nostra, sta diventando largamente estranea ai valori spirituali, al mistero della nostra salvezza in Gesù Cristo, alla realtà del mondo futuro. La nostra tradizione più autentica, ci insegna che il linguaggio della bellezza, messo a servizio della fede, è capace di raggiungere il cuore degli uomini e di far loro conoscere dal di dentro Colui che osiamo rappresentare nelle immagini, Gesù Cristo, il Figlio di Dio fatto Uomo, lo stesso di ieri e oggi e per tutti i secoli" (Dal Giornale d'Italia del 5.2.1988).
Quanto malamente e arbitrariamente i fratelli non cattolici studiano la Bibbia giungendo, quasi sempre, a conclusioni contrarie alla verità!...
Non raramente sfociano nella "superstizione", seguono "tradizioni umane" e devianti, e praticano, forse non sempre coscienti di quel che fanno, anche l’”idolatria". Queste mie affermazioni non sono frutto di una reazione, ma di meditate riflessioni.
M spiegò:


1 . - Sfociano nella superstizione.
Ciò avviene quando con azioni vandaliche e sconce, avversano e distruggono immagini in nome della Bibbia!...


2 - Seguono tradizione umane e deviazioni.
Gesù ha condannato le tradizioni umane. Alcuni farisei e maestri della Legge si lagnarono con Gesù per l'inosservanza di certe tradizioni da parte dei suoi discepoli. Gesù rispose: “E voi, perchè non rispettate i comandamenti di Dio per seguire le vostre tradizioni? Dio ha detto: onora il padre e la madre. E poi: chi parla male di suo padre o di sua madre deve essere condannato a morte. Voi invece insegnate che uno non ha più il dovere di aiutare suo padre e sua madre se dice che ha offerto a Dio quei beni che doveva usare per loro. Così, per mezzo della vostra tradizione, voi fate diventare inutile la parola di Dio. Ipocriti! Il profeta Isaia aveva ragione quando, parlando di voi, diceva: “Questo popolo, mi onora con le labbra, ma il loro cuore è molto lontano da me”” (Mt 15,1-8; cf anche Mc 7,1-13; Col 2,8; 2,22).

Però, cosa strana, questi fratelli - che si appellano erroneamente alla Bibbia per condannare la Chiesa cattolica - rifuggono le tradizioni apostoliche e bibliche forse per il semplice fatto che sono seguite dalla Chiesa, o non si accordano col loro "credo”. Faccio solo un esempio e rimando il lettore alle altre citazioni: 1 Cor 11.2.23: “Vi lodo perchè in ogni cosa vi ricordate di me e conservate le tradizioni così come ve le ho trasmesse... Io, infatti, ho ricevuto dal Signore quello che a mia volta vi ho trasmesso..." (cf anche 1 Cor 11,34; 15,3; Lc 1,1-2; 2Ts2,15;3,6; 1Tm6,20,ecc.).

3. Praticano l’idolatria.
Questo avviene per tutti quei gruppi settari (e sono tanti! .. ) che seguono capi umani, inventori di dottrine perverse o avverse alla verità (cf At 20,30) e che sono precetti di uomini (Mt 15,9)... Ma chi rifiuta Cristo (e la "Sua" Chiesa) rifiuta anche il Padre che l'ha mandato ed è l'anticristo (cf 1 Gv 2,22).
Quindi, rifiutando il Figlio ed il Padre, si cade in una “larvata idolatria", perchè, praticamente, al posto di Dio e della Sua Parola viene posto un uomo al quale si obbedisce e si crede...
Ma è scritto: “Maledetto chi confida nell'uomo " (cf Ger 17,5; Sal 117,8-9) ... ; ed è giusto che si debba obbedire "piuttosto a Dio che agli uomini" (cf At 5,29), altrimenti gli uomini, “lasciando la sana dottrina” (Tt 1,14), “si volgeranno alle favole" (2 Tm 4,34), e "porranno le creature al posto del Creatore" (cf Rm 1,25).